Blog Archives

Fatti i debiti controlli ai livelli di generatore( che in questi giorni ,visto lo stato delle batterie è molto utile) alle 08.30 si salpa da Ag Anna verso Syros.
Nella n otte il vento ha soffiato moderato peri questa mattina si è spento verso le 04.00 per riprendere sui 10 kn alle 06.00.
Sotto il ridosso dell’isola il vento si mantiene sui 10 kn e per circa 1 ora andiamo a motore ,anche per caricare un po’ le batterie……usciti dall’isola in vento da WNW rinforza fino a 18 / 20 kn e ovviamente veleggiamo con un bel traverso esponendo tutta la tela….velocità tra 8 e 9 kn….uno sballo !
Arriviamo a Syros/Finikas alle 12.40 e ormeggiamo all’inglese all’esterno della diga foranea dietro una barca inglese. Il porto all’interno è pieno di barche locali. In banchina acqua ed energia elettrica.
Piccolo brunch e Domingo con Maurizio si tuffano in mare …..Paola, Edoardo ed il io decidiamo che non è ancora il momento !
Domingo decide di affrontare il problema dell’eolico che non funziona e naturalmente scopre un filo staccato…ora sembra funzionare…in compenso con un movimento così e così mi spacca il connettore del filtro del desalinizzatore……pazienza tanto ho deciso di cambiarlo.. !
Nel pomeriggio arrivano un certo numero di barche ( una decina) e il porticciolo si riempie anche sul lato esterno.
Vento sui 10 kn da WNW calduccio si sta bene, la rada è molto gradevole.
Passa il capo del porticciolo e versiamo la giusta mercede :
Buena vida e todos !

Category: Senza categoria  Comments off

Questa mattina dopo aver fatto una pantagruelica colazione con i dolci portati a bordo da Edoardo e aver rifornito la barca di pane e acqua, siamo salpati per Mikonos. Tutto il tratto lungo la costa sud di Ikaria è stato percorso a motore per la totale assenza di vento, ,appena scapolata la punta west dell’isola abbiamo trovato un buon nordovest di bolina larghetta che ci ha permesso di navigare bene e velocemente a vela fino a Mikonos costa sud , Agios Anna, dove caliamo l’ancora alle 15.00.
Il NW sui 15 kn permane fino alle 20.30 poi cala sensibilmente. Temperatura esterna sui 20°C
Diamo due ore di generatore per rinvigorire le stanche batterie e ci apprestiamo a un a deliziosa cenetta a base di spaghetti AOP ( per chi sa’ intendere !!!) e straccetti di petto di tacchino con pomodori….
Domani si va a Skiros…..

Category: Senza categoria  Comments off

Ieri l’equipaggio si è completato con l’arrivo alle 07.30 di Edoardo. Max, Paola, Domingo, Maurizio e Edy…pronti per salpare.
Peer la ben nota legge di Murphy tutto il parco batterie risulta sofferente…gli ho chiesto di resistere almeno ancora 15 giorni…..
Problemino con il generatori…da fesso non ho controllato il filtro dell’aria…lui non partiva, po’ è partito dopo mercede di 60 e al meccanico fornito dal mitico Diamantis.
A Pitagorion c’è una novità… nei posti più a est ci sono corpi morti e trappe….direi una quindicina. I posti verso la capitaneria sono ancora senza mooring lines.
Ore 08.00 si salpa direzione Ikaria; niente vento fino a Samiopoula poi moderato vento contrario che su infila tra Samos e Fourni. Doppiato il capo a NE di Fourni bella bolina fino al porticciolo di Ikaria.
Davanti a noi entra un amel 54 ” N°8″ , questo il suo nome, barca francese di Tolone.
In marina ci sono altre 3 barche turistiche una piccola italiana, un Dufour 40 francese e un ketch non meglio identificabile greco.
Sistemiamo barca, Domingo decide di tuffarsi per pulire elica, elichetta del log e un po’ di linea d’acqua…ma in linea di massima la marca è ancora pulita.
Aperitivo in piazzetta poi i 3 maschietti ( escluso il Cap che deve lavorare) vanno a fare passeggiata. Appuntamento per rientro alle 20.00 poi cena a ristorantino in paese.
Due ore di Generatore
Domani 45 miglia fino a Mikonos , rada.
Buenas Noches e buena vida
Max

Category: Senza categoria  Comments off

Inverno, giorni della merla, il mio studio stà diventando un magazzino…..
Si accumulano nuove diavolerie elettroniche e non da installate sulla barca.Il grande Diamantis, marinero del porto comunale di Samos,, ogni 15 del mese mi invia con WA delle foto di Patchouli II ormeggiata in acqua nel porticciolo a Samos Marina…..saudade !…
I lavori di programmazione procedono e anche i contatti per eseguoire i futuri lavori sono a buon punto.
L’equipaggio che riporterà Patchouli II in Italia diventa sempre più numeroso e a dire il vero la lista ormai è chiusa.Saremo in cinque, Paola ed io con l’amico svizzero Domingo, il caro Amico Maurizio da Roma e un collega ,figlio di un mio ex maestro di mare,che viene da Londra, Edoardo detto Edy.
Edy è sulla buona strada per acquistare un Supermaramu e vuole navigarci un pò per confermare la sua scelta…. avrà circa 1100 miglia per divertirsi…spero !
Ci troveremo tutti il 24 Aprile ad Atene per salire sul volo per Samos…..
Il Cantiere di La Spezia dove terminerà il trasferimento e dove la barca avrà un nuovo sartiame ACMO ed una bella verniciata agli alberi, è già prenotato.
Radar, secondo pilota, nuovo chart/plotter con ripetitore interno,AIS attivo e qualche altra amenità sono già in magazzino dal Dealer B&G di Andora.
Mancano ancora poco meno di tre mesi, ma i motori si stanno già scaldando…..e siccome è un periodo che dormo poco e male( ho provato anche la cannabis light con zero successo !) non vedo l’ora di stendermi nella mia cuccetta dove riesco a fare i miei più bei sonni…..e sogni…. !!!

Category: Senza categoria  Comments off

23 Settembre
PROCEDONO SPEDITI I LAVORI DI PREPARAZIONE. Questa mattina presto abbiamo fatto pulizia sugli acciai del lato destro della barca,—-e ci è bastato perché dopo il primo passaggio con acido Fosforico per togliere ,macchioline varie c’è strato un secondo passaggio con Sidol per lucidare ed infine terzo passaggio con Olio Johnson Baby( vietato ridere…provare per credere !) per proteggere da acqua e salino.
Per mantenerci in esercizio fatto bel giro in bici a Potokaky.
Cielo quasi sereno .Alla sera si sta bene, in pozzetto, con la felpa.
24 Settembre.
Mattina ventilata con raffiche da N. I nostri vicini Italiani Veneti hanno fatto passi da gigante nelle loro relazioni con noi…ora salutano….ma nulla di più !
Fatta la ferramenta del lato sinistro di Patchouli…stesso trattamento di ieri !
Paola ha deciso di esprimersi in cucina confezionando una grosa teglia di LASAGNE…..da vedere uno spettacolo…..alla sera a cena una delizia… !!
In giro c’è meno gente e oggi in porto è arrivata solo una barca a motore Turca.
Domattina entriamo in Marina. Chiamare si VHF : 9
25 Settembre
Al risveglio cielo parzialmente nuvoloso. Calma totale di vento.
Mi accordo con Diamantis per vederci domani….
Ore 09.30 si salpa da Pythagorion porto comunale per il Marina, 1,5 miglia.
All’ingresso ci vorrebbero far aspettare fino alle 12.30 per assegnarci il posto….nonostante che venerdì scorso li abbia avvisati ancora una volta del nostro arrivo specificando anche l’ora; ma con un po’ di insistenza e cortesia Panos il marinaio và in ufficio da Angela,la segretaria, la quale telefona al “capo” e finalmente possiamo entrare al nostro posto per l’inverno.
E’ abbastanza all’interno sul Pontile E – n° 7 con poppa a Sud e ovviamente prua a N .
Abbiamo due corpi morti a prua, ma non particolarmente lunghi …dovrò cazzarli a ferro, facendomi aiutare da Panos prima di andarcene.
Ora abbiamo ancora 3 giorni per sistemare tutto quallo che va sistemato e poi FINE
La crociera di PATCHOULI II del 2017 è conclusa.
Se non capiteranno guai imprevedibili, il prossimo anno la barca subirà un profondo trattamento di efficienza e bellezza ed una integrazione dei suoi apparati tecnici e strumentali e poi……VIA !! Inchallah !!
F I N E

Category: Senza categoria  Comments off

17 Settembre
Notte tranquilla
Questa mattina presto, per non essere cotto dal sole, ho ridipinto i loghi di Amel sulle fiancate del cupolino rigido del pozzetto; solo 2 minuti per pitturare, ma un’ora per attaccare nastro adesivo delimitante scritte e simboli….soddisfatto !
La nave alla nostra sinistra anche se aveva i condizionatori accesi , è estremamente silenziosa, in compenso una vela turca alla nostra destra ha il caricabatterie rotto e due volte al giorno ci affumica con il motore….emergenza…. !
Nel pomeriggio la nave salpa con grandi saluti del proprietario miliardario…ma simpatico !
Serata ventosa e fresca….
18 settembre
Notte senza discoteche in funzione…..
Sveglia alle 07.0 perché lavorare in sala macchine al caldo non è gran che bello !!
Mentre mi preparo il turco con il carica batterie in avaria salpa.
Lavato circuito di acqua di mare del generatore con acqua dolce, bonificate zone di ruggine sui supporti e verniciato con vernice spray, cambiati filtri olio e gasolio, sostituito olio motore, irrorati di CRC contatti elettrici e fascette, sistemato alla belle meglio l’antirombo del coperchio( è da cambiare)
Sudato come una bestia….per oggi basta, una cosa per volta !!
Giornata calda con pochissimo veno da N. bagno alla spiaggia
Cena, spaghettata con zucchine
19 Settembre
Notte tranquilla questa mattina cambio in porto, quasi tutti i turchi se ne vanno e arrivano inglesi.
La completa assenza di vento ci induce a ammainare il grande genoa, piegarlo bene e metterlo nel suo sacco. Sistemate anche tutte le varie drizze affinchè non sbattano.
Alle 09.00 avevamo già finito il lavoro…sudati marci.
Condizionatore al massimo e temperatura sterna 37 ° C Per cena andiamo a mangiare Pita giros e poi un bel gelato.
20 Settembre
Qualche nuvola passeggera; oggi il porticciolo è quasi vuoti, ci sono 5 barche.
I lavoretti di preparazione all’invernaggio proseguono, alternati a belle gite in bicicletta sulla strada lungo la spiaggia di Potokaki ,dopo l’aeroporto…
Questa sera ottimo arrostino di filetto di maiale con patate !
21 Settembre
Vento da SW, caldo umido, in porto un po’ di risacca. In tarda mattinata alla nostra destra arrivano progressivamente tre barche….tutte con bandiera italiana, ma con pochissima voglia di comunicare…delle tre solo quella alla nostra sinistra si scompensa dicendo buongiorno…. viviamo ugualmente !
Tentativo di acquistare un giornale…tanto per passare un po’ il tempo miseramente fallito….
Lavate e ammorbidite le scotte del genoa, e lavato il cuscinone della tuga di poppa che, dopo opportuna asciugatura viene riposto nella cabina di prua; nel pomeriggio prevalentemente nuvoloso ma senza vento.
22 Settembre
Sveglia alle 07.30 per fare un lavoro noioso, ma importante. Stringere tutte le viti che tengono le fenestrature della tuga. La fastidiosa posizione in ginocchio è alleviata da due belle ginocchiere da pallavolo acquistate qualche anno fa.; già che c’ero ho tolto anche qualche segno di iniziale ruggine di alcune delle viti.
Sereno sul mare nuvoloso sulla montagna….e verso le 10 scoppia un bel temporalone senza lampi né tuoni…primo scroscio di pioggia da quando a Orei abbiamo prendemmo 10 minuti di uragano. Lo scroscio odierno è anche senza vento.
Una delle tre barche italiane, quella più vicina a noi è appena salpata….si bagneranno ben bene !
Il temporale dura circa un’ora ! Il cielo tuttavia non si schiarisce completamente e qualche nuvolone grigio ci fa mantenere lo stato di allerta.
Il tendalino del pozzetto si conferma essere un colabrodo….abbiamo deciso di aggiungere questa voce alle cose da sistemare….o meglio da rifare; anche se ha sempre dato problemi è li da 7 anni !
Oggi niente spiaggia…dopo il temporale si è alzato un freso venticello da NW….
Cena da “Gentechi” piccolo ristorantino nella 5° traversa a sinistra salendo dal porto….ambientazione carina sulla stradina, prezzi un po’ più alti della media, pizza favolosa( pizzaiolo italiano verace) , un ottimo tagliere di salumi e formaggi, mussaka notevole e menù vario….
Cielo sereno e stellato T 21° C.

Category: Senza categoria  Comments off

16 Settembre
Vento tutta la notte ….anche gagliardo….previsioni ciccate.
Ore 08.10 salpiamo per Agathonissi.. facciamo il giro SE di Lipsi e troviamo catabatico di circa 20 kn…alla via a vela.
Superata l’isola il vento s stabilizza sui 15 kn da NE, per Agathonissi lo avremmo sul naso ….tutto a motore, …decidiamo di cambiare strategia e poniamo come nostra meta Samos. Primo bordo sparato di bolina larga verso la costa turca; la barca , con mare poco mosso, viaggia a più do 8 kn con randa genoa e mezzana.
Avvicinandosi alla costa il vento ruota un po’ ad est per cui secondo bordo ,che ci da un sacco di buono al traverso a risalire. Dopo Agathonissi il vento ruota a N per cui proseguiamo ancora di bolina larga verso NW e finalmente, quando la lie-line del plotter mi da l’angolo giusto, ultimo bordo con vento da NW sulle mura di sinistra, fino a 2 miglia da Pythagorion.
Giornata di vela ottima…. nei pressi del porticciolo chiamo Diamantis che mi comunica che il posto a cui sono affezionato è libero e alle 13.30 ormeggiamo a Pythagorion.
Il 90 % delle barche in porto sono turche.
Dopo la mattinata sportiva, ci facciamo una pennichella, interrotta verso le 15.00 dall’arrivo di una “nave” turca ( 4 piani ,40 m) che si ormeggia alla nostra sinistra….
Rassetto della barca con lavaggio della coperta . aperitivino, cena con porcata di un mix di formaggi, maionese, patatine fritte, “caviale del Centa”, funghi sotto olio di Bardineto e sottaceti vari, guardando in televisione un telegiornale turco !! 
In pozzetto a leggere un po’ con compendio di vino” zibibbico” di Marsala….poi a nanna !
Ora cominceranno i lavori per il disarmo invernale di Patchouli II……

Category: Senza categoria  Comments off

.10 Settembre questa mattina, una barca turca ce ieri sera ci aveva sollazzato con le sue modalità di ancoraggio uscendo da Oe Augusta di è arenata e è stato necessario l’aiuto di 2 barche di pescatori per disincagliarla….
È arrivato un ADV ,Carlo e ho incontrato a terra un diportista che era presente al momento del nostro disastro a Messolonghi. Lui ha la barca ferma a Leros per un problema alla turbina…
La giornata si presenta calduccia e senza vento.
In preparazione c’è una bella focaccia.
Arrivano Francesca e Giovanni….alle 18, aperitivo da noi con focaccia calda.. poi a cena da Tripas….ma siamo pieni e ordiniamo poco….la signora del ristorante ci guarda un po’ male !!
11 Settembre, gli amici salpano per Agathonissi, noi facciamo melina. In tarda mattinata entrano in porto 10 canoe con canoisti israeliani, maschi e femmine….sostano per pranzo poi via a remare….nel pomeriggio all’ingresso si presenta uno yacht a motore di una trentina di metri….vicino a noi ci sono 5 metri liberi…terrorizzato attendo l’entrata….ma il tender di servizio credo che sconsigli …e si ancorano di traverso all’ingresso della rada….pericolo scampato.
Ci siamo fermati oggi perché a Lipsi, nostra prossima meta arriva una regata che parte da Leros e avrebbe intasato il piccolo porticciolo.
Domani dovrebbe essere vuoto (dovrebbe !)
Previsione vento moderato da SSW.
12 Settembre Navigazione tutta a motore, vento da SE moderato, per le poche miglia che ci separano da Lipsi….arriviamo verso le 11 e troviamo posto in banchina con 50 m di catena. Molte barche turche all’ormeggio. Francesca e Giovanni sono in rada a SE di Lipsi.
Primo pensiero ,la ricotta buonissima che avevamo trovato nel passaggio in primavera….ma purtroppo non è periodo…in compenso dal formaggificio ci fanno arrivare alcuni tipi di formagio fresco e una caciotta buonissima.
Pomeriggio vento setto….
13 Settembre Il porto è pieno perché è previsto vento …soprattutto di barche turche… verso le 10 si libera un posto e arrivano Giovanni e Francesca.
Pomerigio bagno alle spiaggetta dietro il pesino con acqua che finalmente è ritornata ad essere termicamente dcente… anche Paola fa il bagno !!
In porto c’è un’altra barca italiana, uno Zuanelli 34 con a bordo Carlo e Margherita con cui facciamo amicizia e tutti e sei alla sera andiamo a cena da “Asprakis” ce (su ordinazione) ci fa trovare il suo ottimo risotto alla marinara !
Notte ventosa da SW.
14 Settembre Il vento gira da NW e rinforza sui 20 kn, all’ingresso della rada ochette da vento di caduto…nessuno è uscito. Arrivano alcune barche e due gullet che però devono mettersi con prua al vento all’esterno del molo. Naturalmente spettacolo assicurato.
Preso scooter e a sera Cena da “Dilaila” ,ristorantino molto carino e con ottimo cibo( prezzo un po’ meno) sulla costa SE di Lipsi.
Rientro con vento in diminuzione.
15 Settembre Vento caduto, max 10 kn da WNW. I primi a salpare sono Carlo e Margherita, direzione Pathmos poi verso le 09.00 anche Francesca e Giovanni salpano . Anche loro andranno verso Pathmos per poi traversare il fiume e portarsi a west. Ormai la sensazione che per quest’anno sia al termine il nostro viaggio si fa sempre più sensibile !!
Oggi con vento molto soft c’è un cambio notevole di barche e naturalmente alcune con ancore incrociate….normale. Alla nostra sinistra arrivano Olandesi già in contrati a Psarà e a Samos…saluti cordiali.
Comperate triglie appena pescate( 20 € al kg. ) da peschereccio appena arrivato in porto mentre le stava togliendo dalla rete !
Co scooter giringiro
Domani salperemo per Agathonisi !!

Category: Senza categoria  Comments off

Diario

31 Agosto e giorni successivi.
Da oggi siamo in stand by nella nostra preferita isola di Samos
Siamo ormeggiati nella parte più interna del porticciolo di Pythagorio, al limite dello spazio riservato alla Guardia Costiera. Alla nostra sinistra un barca “ferma” del charter di “SAMOSAIL” che ci protegge da ancoraggi ….indesiderati. Dobbiamo solo guardarci da quelli che vengono alla nostra destra,ma poiché il vento viene proprio da quella parte, le barche che arrivano scarrocciano e la nostra linea di ancoraggio è salva. Arrivo di Duna la barca ci Carlo e Manuela che poi salpa per ritornare alcuni giorni dopo con la randa danneggiata…è in attesa di riparazione. IL Meltemi ,come da previsioni dei “vecchi” ed altri greci è morto il giorno 3 Settembre. Sembra che avrà un modesto risveglio il giorno 6 ma poi fino alla metà del mese, previsioni di sventolate non dovrebbero essercene.
Quest’anno ha soffiato ben bene…che sia stanco e stia cominciato il dolce autunno dell’Egeo???
La Francesca e Giovanni con “P’aca y P’alla” sono a sud di Chios e probabilmente nei prossimi giorni potrebbero fare una comparsa qui a Samos; Salvatore e Gioia sono a sud ,nella zona di Astipalea che lanciano richiami per farci scendere!!
Lo faremo sicuramente, ma non certo fino ad Astipalea, visto che il 25 settembre dovremo essere al Marina di Samos per preparare la barca all’invernaggio ed il 29 avremo l’aereo per Atene/Genova.
Intanto facciamo un sacco di cose e di attività fisica. Ogni giorno si pedala per almeno 5 Km, si cammina in acqua(Paola) e si fa il bagno … io …( acqua decisamente rinfrescata !), oltre a sfruttare gli attrezzi da palestra che sono piazzati nei giardinetti dietro il palazzetto della cultura. !
Diamantis, il boss del porticciolo, contattato, si è dichiarato disposto a dare una guardata a Patchouli durante la stagione fredda; questa cosa mi da’ anche un po’ di tranquillità in più !
08 Settembre alle 08.00 leviamo l’ancora del porticciolo di Pythagorion e facciamo rotta su Aghatonissi, piccola isola a 15 miglia a sud.
Arriviamo a Or.Poros, una bella rada dove però ci si dovrebbe ancorare con due cima a terra ,una a dx e una a sin, in quanto il fiordo è piuttosto stretto….avessimo avuto a bordo qualche nipotino arzillo, avremmo goduto di questa location assai bella….pazienza… ci dirigiamo verso il porticciolo dove troviamo ormeggio all’inglese ,prua verso l’uscita alla banchina dei traghetti. Alla sera ci sono in tutto 7 barche ; una francese per fortuna si toglie dalla nostra poppa a cui era praticamente attaccata e si sposta più in avanti dopo l’arrivo dell’ultimo traghetto.
Cena da George con un bel sarago ed una orata…..
Notte tranquilla
09 Settembre ….abbiamo un appuntamento con “P’acà y P’allà” a Arki….salpiamo alle 08.15 assenza totale di vento per le 12 miglia che ci separano dall’isola. Giovanni e Francesca sono in rada a fare filmati con il drone e ci riprendono mentre passiamo alla loro poppa in direzione di porto August/Arki.
Troviamo posto in banchina e verso mezzogiorno arrivano anche loro……aperitivo con fresco “spritz” e porcheriole varie. Nel pomeriggio la banchina si riempie a alla nostra destra arriva una barca israeliana… con a bordo una bellissima ragazza di colore….. non guardare !!!
Alla sera a cena d Nikolaos….sempre gradevole.
Modestissima brezza da NE…cielo azzurro grigio tipo tirreno in agosto….segno di assenza di Meltemi.
Fino a quando in Italia farà brutto tempo qui si respirerà un poco dalle bastonate prese nei mesi scorsi….
Alle prossime

Category: Senza categoria  Comments off

Una deviazione non voluta, ma ricercata, durante le nostre peregrinazioni in giro per Samos ci ha portato in un tratturo che si diparte dalla strada asfaltata e tra due muretti di pietra ben tenuti si dirige verso la montagna. Uno come tanti, ma ci ha attirato il fondo di stradale di cemento e la particolare cura con cui i muretti laterali erano conservati. Inoltre non vi erano segnalazioni per nessun paesino o divieti di accedere.
I muretti erano sormontati per tutta la loro lunghezza da un intrico aspro di radici e rami secchi intrecciati, evidentemente posti per evitare la fuga delle capre dal terreno che delimitano.
Dopo circa cento metri il fondo diventa in terra battuta, ma curato, senza solchi o buche e con lo scooter procediamo agevolmente. Sia a destra che a sinistra, a colorare il grigio rosa dei muretti, piante di oleandro fiorite bianche e rosse e qualche alto “Ibiscus” con i suoi fiori sgargianti che risaltano contro il blu greco del cielo.
Proseguiamo ancora per un breve tratto e cominciamo a scorgere di fronte a noi il bianco candido di una piccola abitazione con il bordo delle finestre dipinto un color ocra, stranamente diverse dalle tipiche finestre delle case dell’Egeo, ed un cancelletto che chiude la piccola strada. Parcheggiamo lo scooter e superiamo il cancelletto, peraltro aperto.
Sulla soglia della piccola dimora appare una vecchina, certamente più vicina ai novanta che agli ottanta anni, ma ancora vigorosa dal passo che intraprende per venirci incontro ; noi salutiamo a voce e con gesti convenevoli.
Occhi vispi e simpatici ci invitano a seguirla in casa, fa un gesto come per invitarci a bere …. la seguiamo.
La casa è praticamente solo un locale appoggiato ad una parete un letto ben in ordine, al centro un tavolo, quattro sedie, due contro una parete, una vecchia scansia e una stufa, di quelle che servono sia per riscaldare che per preparare i pasti e che mi ricorda quella che avevano sulle colline pavesi i miei nonni nella casa di campagna.
In un angolo un tavolino con sopra un bidone di plastica trasparente ,quasi colmo di un liquido ambrato e con alla base un rubinetto per spillarne il contenuto.
Invitati, ci sediamo; il nostro approccio è per ora a gesti, e a sguardi, … prendo l’iniziativa e le dico che siamo Italiani…..una nuova luce appare nei suoi occhi, come un improvviso apparire nella sua mente di ricordi felici di un lontano passato ed ecco che dalle sue labbra escono parole italiane; si scusa per gli errori ,ma erano tanti anni che non parlava la lingua che aveva appreso alla scuola ,durante l’occupazione prebellica.
I suoi racconti parlano di povertà e di gratitudine verso gli invasori, che tuttavia rispettavano la loro religione, davano lavoro e alleviavano quindi i problemi legati ad un pesante periodo della loro storia.
Lei ora è sola perché i figli sono ad Atene a lavorare, tornano solo per la vendemmia, perché si la sua terra produce un’uva buonissima da cui ricavano un po’ di vino. Una famiglia a lei vicina ogni giorno la viene a trovare per vedere come sta e le porta il necessario.
Mentre racconta porta sul tavolo due bicchieri e una bottiglia di acqua , ma poi ci chiede se preferiamo assaggiare il suo vino….non rifiutiamo e dal bidone sul tavolino spilla due bicchieri di un vino ambrato.
Il vino è un passito di eccezionale sapore e con un profumo intenso. Ci complimentiamo per la qualità.
Il tempo passa veloce e inizia ad imbrunire, abbiamo già tentato due volte di alzarci ,ma la valanga di suoi racconti ci sopraffà e non riusciamo a staccarci.
Poi lei capisce che dobbiamo andare e con un sorriso un po’ triste ci invita ad attendere ancora un poco. A fianco della scansia prende una bottiglia di plastica e la riempie di vino, dicendoci di berne poco e non tutti i giorni cosi ci ricorderemo più a lungo di lei… no, noi non ci dimenticheremo di lei.

Category: Senza categoria  Comments off