https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10219883249022679&id=1564646944

Category: Senza categoria  Comments off

Dopo un viaggio abbastanza faticoso per numero e peso dei bagagli, eccoci di nuovo a Fuerte .

Da oggi comincia il vero count down per la traversata atlantica con stop intermedio a Capo Verde

Max

Category: Senza categoria  Comments off

….ci siamo goduti i nostri nipoti e le figlie…siamo felicemente ritemprati negli affetti…. ma ormai e ora di riprendere il cammino.

Tra pochi giorni da Pisa, Ryanair ci riportera’ da Patchouli a Fuerteventura e ricomincera’ la nostra avventura.

Manca sempre qualche cosa e in questo ritorno avremo da trasportare circa 50kg di cose….

Sul sito , nella sezione: “dove siamo” , abbiamo aggiunto una seconda possibilità di ” TRACKING”.

Una viene gestita manualmente da me via radio SSB, l’altra da un link con il servizio fornito da IRIDIUM, attraverso una trasmissione satellitare automatica , ogni 12 ore, della posizione della barca.

Alle prossime dell‘oceano Atlantico.

MAX

Caleta de Fuste Fuerteventura
Category: Senza categoria  Comments off

…. dopo un viaggetto un po’ complicato per gli orari degli aerei e soprattutto per la grande funzionalità delle ferrovie italiane,soprattutto quando si tratta di viaggiare in Liguria, alle 08.30 del 7 ottobre,rientriamo a Loano.

Nessuno ne era informato e per le nostre figlie e per i nipoti è stata ( almeno così ci è sembrato !!) una graditissima sorpresa. !!

Il rientro è stato motivato dalle cattive condizioni meteo presenti sull’oceano Atlantico. Anche una possibile tratta verso le isole di Capo Verde non sembrava particolarmente favorevole per cui…. tanto per stare fermi…. abbiamo lasciato nelle amorevoli mani del nostro amico Denis ,a Caleta de Fuste(Fuerteventura) la barca e siamo tornati per una ventina di giorni a fare i nonni !

Max

Category: Senza categoria  Comments off

Breve rientro per nostalgia di figlie e nipoti.

Category: Senza categoria  Comments off

oggi giringiro per l’isola

Category: Senza categoria  Comments off
10
Set

Sosta tecnica all’Isola di Fuerteventura

La stagione prettamente estiva volge alla fine e Patchouli II è nel piccolo marina di Caleta de Fuste in attesa di spiccare il grande salto vero il Caribe.

Nel frattempo si completano piccoli lavori rimasti e di attendiamo il 15 novembre per completare l’equipaggio e salpare.

Alle prossime

Max

Category: Senza categoria  Comments off

Vai su Facebook

Category: Senza categoria  Comments off

Le nostre prime 5 giornate in Oceano….quello vicino, l’Atlantico

Il racconto non puo non iniziare con l’arrivo a lla porta dell’Oceano….Gibilterra.

Siamo salpati da Almerimar   e ,in un giorno e una notte di navigazone serena,con un bel vento da NE              ( genitle e portante !) siamo arrivati all’alba, sotto la rocca che a dire il vero fa una bella impressione ! Due sentimenti affiorano , uno di consapevolezza….. “ma allora siamo veramente in viaggio … l’altro  legato a reminiscenze storiche e a leggende che ne fanno un mito indiscusso.

Ci ospita il moderno marina ALCIDESIA” a  La Linea, in territorio spagnolo. Gente gentile e marineros attivi e competenti. Il porto ospita molte barche stanziali ma si vedono anche imbarcazioni tipicamente oceaniche e sventola su un pennone una bandiera della ARC 2019.Insiema a noi arriva anche una bella barca in allumino italiana  dei cantieri Garsia di 16 m ,che sta rientrando da una lunga crociera atlantica e nel centro america….ma, a parte qualche cenno e qualche   mia domada (Input…input.. !), non nasce  il feeling tra chi arriva e  sa’  e chi parte  evorrebbe sapere….saranno stati stanchi .

Cominciano i contatti con l’amico Giancarlo per costruitre una rotta che ci porti a Madeira , nostra prima tappa. Peraltro nell’isola Portoghese c’è Aluaka . la barca dell’dmico  Davide con tuttta la famiglia …..  i bimbi ci aspettano per divertirsi con i cuscini di Patchouli (!!!).

La rotta viene memorizzata ( senza l’aiuto di Giancarlo non ci sarei mai riuscito !) sia sul laptop che sullo smartphone.

Visto il meteo che dà favorevole l’uscita dallo stretto verso ponente ed il successivo tratto oceanco il primo di agosto alle 10, 5 ore prima dell’altra marea salpiamo.

Il primo tratto verso west mi tiene scostato dalla costa spagnola di circa 1,5 mg, ma la velocità non è il massimo; ricevo un SMS di Denis dalle Canarie che mi consiglia su di state sotto, sotto alla costa spagnola. Così  facciamo ed in effetti la barca guadagna quasi due nodi ed in alcuni tratti è come se ci fosse una controcorrente che ci spinge positivamente.

La rotta prevede di dirigersi verso l’Africa dopo Tarifa e così facciamo, traversando con attenzione  il corridoio delle grandi navi che ci passano un po’ dietro e un pò davanti; lo schermo del plotter va vedere una ventina di navi che vanno in su i giù in uno spazio di 10 miglia.

Tutto procede secondo la tabella di marcia….. nella mattina del 2 Agosto peroò la rotazione del vento che ci avrebbe portati a risalire verso Madeira non si verifica; anzi il vento gira da SW e noi andiamo di bolina con un angolo apparente tra i 45 e i 55 gradi con un mare che deviene seote più grosso; le onde le abbiamo un po’ oltre al mascone e Patchouli con circa20 kn di vento, viaggia cavalvcando sugli 8 nodi.

 Certo non una andatura gran che divertente, ma tutto sembra sotto controllo….nulla cambia durante la giornata e per navigare un po’ più confortevolmente poggiamo di qualche  grado per avre un  vento apparente tra i 60 ed i 65 gradi e l’onda più mallebile….bè ,secondo  le leggi di Murphy cosa può succedere…il vento in serata ruota più da west e non vi dico il mare che c’era….io ricordavo le ondone di un Bf 7 nel Golfo del Leone, prese scappando giù verso Bandol   e  le Porquerolles…..queste erano come minimo il doppio ; si sa i naviganti quando l’onda cresce cominciano a dare i numeri 2,3,4,5,6,7 m….quale sarà quello vero. Una cosa è certa quando Patchouli scendeva nel cavo la cresta dell’onda successiva era almeno all’altezza del boma di maestra e forse oltre. Purtroppo la rotta per Madeira si allontanava, ma caparbiamente cercavamo di tenere il più a west possibile la prua…..fino a quando una graziosa signora luquida bianco azzurra ha deciso di passare sopra Patchouli , entrare in pozzetto ( di un Supermaramu !!??) e infilarsi anche nel piccolo oblò che dà nella cabina di poppa , imprudentemente lasciato aperto.

Per fortuna io e Paola eravamo sotto la capottina rigida  !!….  uno sguardo di intesa è subito apparso nei nostri occhi …. mi spiace per i bambini di Davide…verranno a giocare da noi alle Canarie…. mi spiace di aver perso la possibilità di vedere questa isola  ma abbiamo poggiato di 60 gradi.

Nonostante il mare  grosso  si presentava un’altra vita a bordo ; anche la barca ,che forse tra se e se comiciava a dire “ ma che ,.. me volete fa’  a pezzi….” , navigava in ben altro modo….anche a 10 kn !

Il giorno 3 Agosto abbiamo quindi  tenuto la rotta per Gaciosa, piccola isola a NW di  Lanzarote,  navigando sempre con lo stesso mare; l’onda dava tregua solo nelle prime  ore del  mattino e di notte, per fortuna , non si vedeva nulla !

Il pilota automatico ha egregiamente gestito la situazione e Paola e io facevamo solo turni di controllo . Non abbiamo mai incontrato un veliero con rotta SW, salvo il giorno 4 agosto quando circa  a 10  miglia davanti  a noi è comparsa la traccia AIS di una vela di 12 m ….   che poi verso sera deve aver spento il trasponder perché è sparita.

Incrociando le navi a tre di esse, che passavano particolarmente vicine, ho chiesto via VHF il meteo; il primo, un Tank gentilissimo, ha risposto dicendomi vento da NNE fino a 20 kn e onda di due metri….per la sua nave ,forse!!; il second o ,un cargo, mi ha risposto dicendo aspetta un attimo…..sto ancora aspettando adesso , l’ultima,  da un traghetto , mi risponde una dolce voce femminile che mi dice in un battibaleno che il vento era 25 kn    e …basta( in quel  omento il vento era di circa 10 kn…. !!)… ho smesso di disturbare chi lavora  !!

Il giorno 4 nasce con pochissimo vento , un mare mosso ma niente  di che e abbiamo dovuto dare motore per circa 3 ore, poi il vento è tornato sui 15 kn( 8 di apparente), con mare sempre mosso al giardinetto  e abbiamo sparato il gennaker; andatura alla grande con mezzana e jenny….il bello è stato chiuderlo quando Eolo ha deciso di andare sopra i 20 kn….. ma ce l’abbiamo fatta….io da bravo pirla non ho messo  i guanti e mi sono fatto una bella ustione al dito indice sinistro… cerotti e  guarirà presto…..; a proposito di incidenti  anche  piccoli, ma sempre attenti bisogna stare….rientrando in barca dopo aver pagato il marina a Gibilterra ho voluto fare lo splendido e mi sono distorto malamente la caviglia sinistra… zitto e un’altra volta stai più attento….. e Paola, lavorando sulla drizza del Gennaker si è stirata qualche muscolo della spalla destra….e non ha dormito per 2 notti…poi ovviamente con la mia chimica magica  l’ho guarita….

Oggi 5 agosto, dopo una notte ballerina, per mare grosso e incrociato con l’unica visita piacevole di un branco di delfini,abbiamo visto alle 8.oo UTC del mattino Terra……cosa volevamo di più !

P.S. : per l’amico Massimiliano …le esche a bagno c’erano …ma solo acqua abbiamo pescato !

Max e Paola da Patchouli  II

Drops in the Sea

Una Barca per la Croce Rossa attorno al mondo

Category: Senza categoria  Comments off

….dopo la interessante sosta a Cartagena dove eravamo ormeggiati all’inglese al Real Club Regata proprio Sotto le mura e a 2 passi dal centro( senza disturbi particolari), all’alba abbiamo fatto rotta verso west.
Giornata ventosa con NE in calo, ma sempre gagliardo, con raffiche fino a 30 kn e Patchouli che volava a 9 kn…
La nostra metà intermedia prima di Cabo de Gata e’ la piccola, ma riparata Rada di Aguilas .
Ottimo ridosso da NE ma se c’è mare vecchio da E entra un pochetto di onda…non particolarmente fastidiosa.
All’ancora siamo tre barche due tedesche e noi.
Questa sera saremo in coperta al fresco ” a rimirar le stelle “
Max

Category: Senza categoria  Comments off