15 Agosto…..16 agosto—17 agosto Siamo sempre a Limnia, il Meltemi soffia alla grande e tutti i nostri accorgimenti per rimanere ben saldi funzionano alla grande.
Gite a scoprire l’isola in auto…. Bellissimo villaggi all’interno e cale con acqua turchese sulla costa. Girovaghiamo per la regione della MASTICA e poi a nord fino a Therma piccolo paesino dove sgorgano sia acque minerali fredde che acque termali radioattive a 70°C.
18 Agosto Notte intensamente ventilata con raffiche oltre i 30 kn….tutta roba di caduta perché guardando il mare, fuori, è piatto. Ora basta stare qui, Chios è stata visitata per bene.
È’ora di navigare….non che si facciano chissà quante miglia, ma il programma è andare a sud di Chios dove ci sono tre belle rade. Salpiamo sotto raffiche di circa 25 kn da Limnia alle 08.00. Manovra di disormeggio ben organizzata; fuori dal porticciolo mare piatto e vento da NNW sui 15 kn. La nostra rotta è per 190°.
Genoa e mezzana ci portano bene. Evito di aprire la randa perché con andature vicine alla poppa mi sventa il genoa e a me fare “farfalla” non piace molto. Velocità variabile dai 6 ai 9,5 kn sotto raffica, il vento varia da 12 a 25 kn.Ma, man mano che ci allontaniamo dalla costa, entriamo nel canale del Meltemi, libero dalla parte nord di Chios, con conseguente aumento dell’onda che raggiunge anche i 2 m….ma è o di poppa o al giardinetto; si rolla un po’ ma neppure esageratamente.
La punta SW si Chios è contornata da piccoli isolotti e secche per cui ci arriviamo ben larghi. Passato il capo Ak. Venetico, si aprono 3 rade, ci avviamo verso la prima, più profonda, Or. Avlonas, in fondo spiaggia con ombrelloni e raffiche che scendono dalla valle, poco brandeggio. Guadiamo la seconda, Or Angelia e ci piace; caliamo l’ancora su fondale di circa 6 metri di sabbia che tiene bene….ovviamente a parte due barchini di pescatori in un ridosso un po’ più a west, in questa rada ci siamo solo noi !… non c’è neppure il segnale telefonico ! Paesaggio molto bello “nature”, spiaggia di ghiaia…anima viva ….nessuna !
Notte tranquilla senza vento.
19 Agosto…questa mattina seguendo le indicazioni di Elias e anche per ridurre di circa 5 miglia il salto su Ikaria, ci dirigiamo verso la rada di Emborios sulla costa SE di Chios.
Navigazione a vela sfruttando il catabatico dell’isola che fa anche raffiche a 25 kn.
Doppiato capo Mastica, troviamo un vento contrario che scende dal canale con la Turchia, abbastanza gagliardo; poiché dobbiamo percorrere solo 3 miglia ,non ci mettiamo a fare bordi e diamo motore.
Arriviamo di fronte ad Emborios e abbiamo l’amara sorpresa di trovarlo stipato di imbarcazioni a motore, tutte su corpi morti ( anche 3 per ogni barca !!). La rada non è grande e, anche se non ci fossero queste barche, ci sarebbe posto per non più di 3 barche alla ruota. Nel ridosso , anche se poco entra vento ; questa volta Elias ha toppato…io non ci passerei la notte se non con un gommone !!!.
Proscritto a tutti Emborios, non andateci !!!
Ritorniamo sui nostri passi e ci avviamo a riprendere ridosso nelle rade a SW sell’isola. Facciamo un tentativo a Or. Salàgonas, per non rimetterci nello stesso posto di ieri. Sarebbe OK, ma entra un po’ di onda e non ho voglia di rollare questa notte. Passiamo quindi a Or. Kato Fanà, una lunga rada circondata da rocce con una bella spiaggia sul fondo. C’è spazio per un ancoraggio sicuro su sabbia che tiene bene. Alle 12.00 siamo all’ancora. Brezza che ruota , variando di quasi 180 ° e provenendo dai vari settori da NW a SW…ma solo una brezzolina! Anche in questa rada non c’è segnale telefonico e quindi nemmeno possibilità di connettersi a Internet.
Verso le 14 30, “ incredibile dictu”, compare una barca a vela che entra in rada e ancora alla nostra dx; sono italiani “de Roma che , fanno un po’ fatica a salutarci…. è un X 45.
Dal 13 agosto è la prima barca a vela che incontriamo….un record !!!
Pomeriggio di letture e bagni ; cenetta in pozzetto sotto una stellata favolosa…questa sera si che ci mettiamo a “rimirar le stelle “-
Domattina alzatina all’alba, dobbiamo percorrere 45 miglia per arrivare a Ikaria non tardi …..Poseidone ed Eolo permettendo !!!
20 Agosto verso le 04.00 poiché in rada entrava un pò di onda abbiamo deciso di salpare. Buon vento da N che poi gira a Est e poi a Nord est ci accompagna fino a Ikaria dove arriviamo alle 11.00.
In porto c’è Carlo Peris che finalmente conosciamo di persona e che ci assiste nell’ormeggio. Il porticciolo è pieno ,ma lo è perché come al solito, diportisti che pensino agli altri sono veramente rari; infatti due barche sono messe male e occupano praticamente 4 posti e un trio di gommonauti turchi si sono messi in fila e ne occupano altri due…
Noi troviamo un posto all’inglese alla diga di sottoflutto, comodi.
Carlo sta aspettando ospiti e ci beviamo insieme una birra diluita con Sprite( da noi chiamata Panache’).
Vista la levataccia ci sta una pennichella.
Verso sera il Peris salpa con i suoi ospiti .
Serata di relax…..

Category: Senza categoria  Comments off
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.