Archive for » giugno, 2016 «

Notte senza vento… ore 08.00 sveglia…fa già caldo.
Piccola spesuccia di latte e frutta e poi si salpa in direzione Koufonisi-
Un pò di mare contro mentre scapoliamo la punta est di Paros ma niente vento si procede a motore fono all’altezza del porto di Naxos . Qui arriva una brezza suo 10 kn da NE. La manovra di spiegare il gennaker non è semplicissima perché il sale deve aver incastrato le sfere del rullino della base, ma mettendo del grasso spray risolvo ul problema e la vela si apre.
Purtroppo il vento dura circa mezz’ora e dobbiamo chiudere e riaccendere il motore !
Scapoliamo la punta sud di Pato Koufonisi e ci dirigiamo prudentemente a NE nerso Kato Koufonisi, passando tra l’isola e l’isolotto che la fronteggia per arrivare alla rada a nord che già conoscevamo.( Limeniscos Parianos)
Naturalmente vento sul naso nel canale, fino a 20 kn !!!
In rada un grosso yacht a motore un cat e una vela. Ancoriamo con 40 m di catena contro un bel venticello.
Paola verso le 14 si esprime con un esperimento di panetteria assai ben riuscito, èil nostro frugale pranzo.
Pomeriggio con bagni e relax, a sera la brezza si riduce e ogni tanto entra qualche ondina in rada, ma nulla di che.
Cena con spaghetti e ultimo sugo del tonno pescato, rinforzato con un po’ di bottarga di Marsala….ora non ce ne proprio più !
Ci guardiamo un filmino in TV poi a dormire, cullati dal mare !

Category: Senza categoria  Comments off

Notte tranquilla perchè il venticello verso le 2 di notte è sparito e con lui anche il modesto movimento in porto.
Ore 05.00….Paola mi chiama, “….. c’è qualcuno a bordo !” io mi fiondo al carabottino , lo apro rapidamente e vedo due giovani, che schiamazzando in italiano, scappano verso il pese…a poppa la bandiera è sparita e il palo di sostegno ,abbattuto, come se volessero rubare anche quello, mi accorgo anche che l’ormeggio di sinistra è parzialmente allentato !!
Mi infilo velocemente un costume, mi armo della mia fidata mazza da baseball e mi avvio a passo veloce verso il ponte all’inizio del porto…chissà che li possa trovare…
Il un bar proprio dietro il ponte c’è un gruppo di una quindicina di giovani italiani….ma mi è difficile il riconoscimento… e poi non vedo la bandiera !
Rientro in barca, moderatamente incazzato….ma è possibile che ci dobbiamo far riconoscere come dei teppisti dovunque !
…the show must go on !!
Verso le 09.00 ci rechiamo in paese e affittiamo un mega-quad !…via giringiro.
Prima meta Parolikia/Paros capitale dell’isola e porto di attracco dei traghetti…..un casino, sembrava di essere a ferragosto, traffico e tanta gente.
Ci fermiamo a visitare la Abbazia delle 100 porte (Panagia Ekaton-dapyliani) una bellissima chiesa bizantina circondata da un grane pathio; poi andiamo all’interno di un’isola molto verde e ben coltivata: orti, ulivi secolari e vigneti sono i più rappresentati.
Visitiamole antiche cave di marmo a Marathi, il bellissimo paesino di Lefkes sul pendio di una collina, visitiamo la valle delle farfalle, che evidentemente non è solo a Rodi ( le farfalle sono le stesse…).
Il caldo ci spinge poi verso ul mare e andiamo in ina bella spiaggia nei pressi di Piso Livadi, un piccolo, caratteristico borgo con porticciolo( non molto sicura…).
Nel tardo pomeriggio rientriamo in barca dove, avendo lascito acceso il condizionamento troviamo un pò di frescura in una giornata ” ferragostana” !
Il porticciolo è pieno e mi devo difendere dal tentativo di un charter Austriaco di infilarsi con una barca larga quasi 5 metri in uno spazio si meno di 2 metri tra noi e un’altra barca a vela. Dopo un po’ di tentativi finalmente recede dal suo proposito !.
Cena in pozzetto con una brezzoilina da Est…poi dopo un bel film “Wind”, si va al meritato riposo !
Domani verosimilmente si salperà !….?

Category: Senza categoria  Comments off

Notte tranquilla, mattina serena senza vento.
Ci dedichiamo alla lavatrice con il lavaggio dei copricuscini del pozzetto, e altre cosucce…tre macchinate !
Ovviamente attorno alla maestra c’ era un gran pavese steso….
Giornata calda con condizionatore d’aria acceso….. e giringiro per Naoussa che è proprio un paesino gradevole, anche decisamente turistico, ma non siamo ancora in alta stagione e i piccoli, contorti vicoli del centro storico sono quasi deserti !
Entriamo in contatto, anche se fugacemente, con la comunità italiana presente, 4 imbarcazioni. facendo quattro chiacchiere sul luogo sui vari programmi.
I tonno sta per finire, questa sera è la penultima volta che lo facciamo….bisognerà provvedere ….
Per gratificarci un po’ ci concediamo un bel gelato acquistato dalla gelateria italiana collocata proprio dietro il ponte, sul fiumiciattolo, al porto…molto buono !
Preso quotidiano Italiano e rientro in pozzetto per induzione del sonno …che presto arriva, con una brezza rinfrescante….ecco il vento (poco)……modestissima risacchina che concilia.
Notizia collaterale ITA vs Svezia : 1 – 0

Category: Senza categoria  Comments off

Si salpa alle ore 06.30, durante la notte qualche colpo di vento, ora calma piatta.
Usiamo dal ridosso di Livadi e sistemiamo tutti i parabordi e la nostra asse di protezione per gli ormeggi all’inglese che in questi giorni ha lavorato molto bene.I copri parabordi sono pieni di segatura prodotta dallo sfregamento dentro la banchina….ma senza senza alcun danno.
La navigazione avviene quasi totalmente a motore salvo una mezzoretta in cui è comparso vento da NW sui 9/10 kn.
Mare come olio con onda lunga residua da SW, cielo sereno, pressione 1015 mbar.
Arriviamo all’ingresso della rada di Naoussa versi le 12.30. La rada è molto bella con tre ridossi, due completamente riparati da N e uno nel pressi del paese, Or.Plastiria sai quadranti meridionali. Questo oltre ad avere una bella spiaggia è anche circondato da formazioni rocciose molto belle e strane, lavorate da vento e mare, con la solita chiesina con cupola azzurra sulla punta est.
Entriamo nel piccolo marina; sulla punta del molo di sottoflutto fa bella mostra un cartello che lo indica come un marina privato e con divieto di ancoraggio. Non è più così. Infatti il vecchio gestore,Iannis, è stato cacciato,per per le numerosissime lamentele che nascevano dal suo comportamento non proprio corretto ( radio banchina !).
Fatto sta che ora io porto è Comunale, ci sono trappe come prima….quasi in tutti i posti… ci sono problemi di fondali alla banchina di terra ( max 2 metri) , c’è acqua ed energia elettrica…..sembra tutto gratis ! Solo a chi si ferma per molto tempo viene richiesta una “tassa di soggiorno” che sembra essere di 10 € al dì !( sempre radio banchina : Imbarcazione Sirio ).
Noi troviamo l’ultimo posto sulla banchina di terra con fondale di circa 2,10, ma il mio timone è immerso fino a 1,50 m , per cui non ho problemi. A condurci all’ormeggio una gentile signora con fischietto e voce da soprano, addetta del Comune.
La trappa di prua mi sembra molo buona e per evitare inconvenienti mi cazzo a ferro con scalandrone al limite della sua lunghezza.
Il porticciolo è pieno e vi sono anche parecchi yacht a motore.
Il paese è molto curato, pulito e con moltissimi ristoranti anche all’interno del porto specie dalla parte della marina dei pescatori dove c’è una bella chiesetta e all’estremo del molo di sopraflutto le rovine di una torre fortificata veneziana.
Un torrentello incanalato, che ospita anche numerose e rumorose oche ( girano per le banchine a cercare cibo dalle barche facendo un baccano …da oche !)è trasformato in una grande via che va verso l’interno con vari negozi e bar e ristoranti, molto curati.
Insomma l’aspetto esteriore è carino e chiaramente turistico. Qua si dice che che Naousa sarà la nuova Mykonos !
Setta in pozzetto, con una bava di vento.
Domani un pò di turismo a terra…..

Category: Senza categoria  Comments off

Compleanno di Paola
Ore 06.30, mi sveglio per preparare la barca……raffiche di veto a 30 kn scendono dalla montagna…. che ce ne frega. Oggi è la festa di Paola, cambio di programma, la porto a cena al ristorante “ il Passaggio” recensito anche da Lonley Planet.
Serifos ci dovrà ospitare ancora per un giorno.
Lorenzo è salpato con il suo Walkabout ed anche quasi tutti i charter se ne sono andati ,loro hanno delle tempistiche noi no, questo è il bello del nostro modo di vivere estivo su Parchouli !
Vento durante tutta la giornata, ma era prevalentemente catabatico da termica perché Lorenzo ha messo su Facebook che e arrivato a Sifnos a motore ! Preparato un discreto Mohito…ma devo migliorare.
Ottima la cena dal “Passaggio”, ristorante semplice, ma con alcune specialità greche non “turistiche” !
Domani si salpa veramente .

Category: Senza categoria  Comments off

Notte tranquilla senza vento. Mattina con brezza da west e qualche nuvolone sulla cima dell’isola.
Visto che oggi è ultimo giorno a Serifos decidiamo di fare i terricoli e dopo aver affittato uno scooter, ci lanciamo per le impervie strade dell’isola.
Prima meta è l’abazia fortificata Taxiarches all’estremo NE di Serifos, un massiccio parallelepipedo bianco a cui si accede attraverso una porticina alta non più di 150 cm. La costruzione è del 1500 e contiene preziosissime Icone della scuola Cretese.
Ritornando verso la Chora ci fermiamo a Panaghia, borgo sperduto tra le montagne con una deliziosa piazzette e una chiesa Bizantina del X° secolo che purtroppo troviamo chiusa ma di cui riusciamo a vedere il meraviglioso interno da una finestrella lasciata aperta.
Si avvicina l’ora di pranzo per cui chi dirigiamo alla Chora e dopo aver pagato il fio di una bella scarpinata in salita tra le bianche casette, raggiungiamo la piazzetta dove, oltre alla chiesa principale ed al palazzo comunale in uno strano stile neoclassico( un pò trascurato !,) ci sediamo sui divanetti all’ombra di “Tou Stratos”, localino che già conoscevamo.
Ci siamo venuti apposta e per farci preparare un mega piattone con specialità Cretesi, sia di salumeria che di formaggi, il tutto contornato da pomodorini e patate condite con uno squisito olio, sempre di Creta.
Dopo confacente riposino al fresco , riprendiamo lo scooter e andiamo a perlustrare la parte sud ovest dell’isola dove c’è quello che rimane della sua storia mineraria, ma anche splendidi golfi e spiagge sia a Koutalas che a Megalo Livadi.
Tranquillamente rientriamo e prendiamo un bel bagno rigenerante, nelle limpide acque del golfo di Livadi, contornate da una bella e lunga spiaggia di sabbia.
Al rientro in barca viene l’omino dell’acqua e do una bella sciacquata a Patchouli che era piuttosto ingiallita per la sabbia depositata dal breve piovasco di ieri.
Verso le 18 ci vengono a trovare Lionello e sua moglie (del Wailkabout) ; una birra fresca e quattro chiacchiere .
Hanno la barca in rada e verso le 19 ci lasciano; chissà, forse ci saranno altri incontri durante l’estate.
Nel frattempo arriva sulla banchina il tank del gasolio e approfitto per fare il pieno.
Il simpatico addetto è albanese e ha lavorato in Italia alcuni anni, quattro chiacchiere anche con lui !
Di fronte a noi c’è una charter di Belgi che si rammaricano della sconfitta contro l’Italia agòi europei di calcio…. ma che non rinunciano a papparsi un bel piatto di spaghetti ( chissà come conditi e cotti !).
Scende il buio e stiamo un po’ in pozzetto a leggere e a spazzolare su Facebook….
Poi a nanna, domattina finalmente i salpa verso Paros.

Category: Senza categoria  Comments off

Direi che la notte è passata bene, poco vento. Questa mattina il cielo è decisamente nuvoloso e verso le 9 ricomincia a soffiare da SW ma non supera mai i 22 kn.
Verso le 16 il vento cade il cielo è tutto coperto, posizioniamo i tendalini di protezione del pozzetto in caso smettesse a piovere. Ore 19…piove, poco e sono sicuro che mi avrà riempito la barca di sabbia !!! Nella notte sono previsti temporali…vedremo !
Sistemando la scotta tesa base della randa è saltato un rivetto che teneva un passa cavo. La ricerca in paese di rivetti è stata vana, a bordo ce ne sono di varie misure, ma piccoli e lunghi 2 cm non ne ho.
Certamente risolverò ad Amorgos dal ferramenta che ha di tutto.
Ore 23 tuoni e qualche lampo, non c’è vento, ma per ora niente acqua….
Mi vu a durmì’ !!

Category: Senza categoria  Comments off

Questa notte un poco di vento ma il bello è atteso per oggi e domani.Sereno.
Nella mattinata spesucce alimentari, un po’ di pulizie e letture.
Facciamo 4 chiacchiere con gli italiano ( Massimo e Francesca).
Oggi dieta, pranzo a base di frutta.
Verso le 10 il vento si intensifica e favorendo la nostra posizione entra nel porticciolo da West, proprio di poppa così che Patchouli non preme contro la banchina ed i parabordi sono “quasi” in scarico.
Nel pomeriggio inizia l’afflusso di barche…direi parecchie e quasi tutte concentrate attorno alle 16; questo , con il vento che è salito a 25 kn con raffiche a 30, fa iniziare lo spettacolo. Infatti tuti i posti, salvo i il nostro sono con il vento al traverso. Casini con quelli che vanno all’ancora fuori della diga foranea a est, casini per quelli ch entrano per lo spazio non abbondante di ,manovra.
Si scopre così che i corpi morti con trappa sulla banchina di sottoflutto dono solo 8 anche se ci starebbero una quindicina di barche.
Qualche barca si avventura anche nel piccolo bacino interno dove però possono avere ormeggio sono barche sui 10 m.
Nel frattempo il nostro amico barometro ci indica che le cse no vanno proprio bene con un caloin 12 ore di 7 mbar, e un aumento dell’umidità da 60 % a 73 %.
Via Facebook siamo in contatto con Lionello del Walkabout che è fermo a Ormos Kolona a Kytnos e che dovrebbe scendere domani….forse.
Cena con un ottimo tonno…fresco…. peperoni freschi sott’olio e mentuccia e pomodorini….avevamo un po’ di fame !
Serata alietta da canti in lingua slava (!!) provenienti da un charter e verso le 22 è arrivato un Amel 54 ,conoscenti degli italiani che si è messo all’inglese in diga sottofluto dove non ci sono corpi morti…ultimo posto in porto !
Direi che fa freddino e ci ritiriamo sotto coperta.
Che bello non avere fretta e poter attendere gli eventi favorevoli !!!
Tanta voglia di “rimirar le stelle”, questa sera però ….no !

Category: Senza categoria  Comments off

Oggi nel trasferimento verso Serifos ho deciso di dedicarmi alla pesca, fino ad ora infruttifera con rapala e cucchiaino.
Oggi tirerò fuori le armi moderne, i polipetti forniti da Gianni …grande pescatore; si comincia con polipetto rosso !
Giornata serena, senza vento, purtroppo spostamento a motore.
Tra Milos , Sifnos alla nostra destra e Serifos di fronte a noi, non c’è neppure una imbarcazione.
Verso le 08.00 la canna parte e avendo lasciato poca frizione fila quqsi tutto il rocchetto.
In un primo momento mi sembrava di aver preso qualche porcheria perché non si sentivano strattoni sulla canna m, mail motivo è che c’era molto filo in acqua, però man mano che recuperavo la presenza di una preda si faceva sicura.
A dire il vero la fatica è stata solo quella del recupero, perché sotto bordo è arrivata una bella alalunga di 70 cm stanchissima che i è fatta tirare a bordo facilmente !
E vai,…. grazie al polipetto di Gianni finalmente un pesce a bordo !
Arriviamo a Serifos verso le 10.30. Il porticciolo che una volta era solo un molo ora è stato completato con un molo di sottoflutto e due bacini. A dire il vero i due bacini in caso di vento forte mi sembrano un po’ piccoli per manovrare soprattutto il più interno. A terra colonnine per Energia elettrica e Acqua che ora forniscono solo acqua;presenti orpi morti con trappe.
Vedendo le barche già ormeggiate non mi sono fidato molto della loro lunghezza; direi che per una barca di 16 m siamo proprio al limite. Ci siamo ormeggiati all’inglese sul lato interno della diga di sopraflutto mettendo anche la nostra bella asse a protezione dei parabordi, con una barca norvegese ( solitario a bordo molto simpatico) e una francese. Sulla diga ci stanno al massimo 3 barche; memore delle esperienze già avute ormeggio con prua a uscire !
Dimenticavo sulla diga foranea c’è una colonnina con una presa abilitata che fornisce elettricità…gratis !
Verso le 12 arriva un peschereccio carico di aragoste ancora vive….non resisto alla tentazione e dopo una breve contrattazione prendo per 40 € una bella aragosta da 800 g.
Pranzo ovviamente di lusso con insalatina fresca e aragosta….di cui abbiamo succhiato …tutto !
Nel tardo pomeriggio è arrivata anche la barca in alluminio del tedesco che a Milos ci ha insegnato la gassa polinesiana e la barca di Italiani che abbiamo già incontrato alcune volte dalla nostra partenza da Leros( dove peraltro anche loro tengono la barca).
Pomeriggio di relax e lettura con brezza da SW. Travato WiFi che proviene da Skipper’s Docks ( PW:2281051668!).
Cielo con qualche nuvola di passaggio ; passeggiata giringiro per vedere se è cambiato qualche cosa. Direi che a parte qualche casetta sulla costa e ovviamente il porticciolo, tutto è come 3 anni fa quando dovetti stare fermo una settimana per burrasca da Sud e da solo, perchè Paola dovette rientrare per problemi di salute di suo padre.

A cena naturalmente fa la comparsa nel sugo della pasta il tonno, seguita da qualche trancio alla piastra….l’alalunga è il tunnide che preferiamo per la morbidezza e il sapore della carne !
Sera con calma di vento e una quantità ragguardevole di moscerini…..
Notte !!

Category: Senza categoria  Comments off

Notte tranquilla alle 06.00 Domingo parte.
Pulizie per tutta la barca, controllo motori-
Spesa generale.
Il pontile si è vuotato e nel pomeriggio qualcuno è arrivato; brezza da NNE, poco nuvoloso.
Domani si salpa.

Category: Senza categoria  Comments off